b. 22 giugno, 1950, Bucarest)

Descrizione immagine

Un uomo di 60 anni con un doppio mento evidente, vestito con un vestito. La texture leggermente piegata delinea la fronte e rende i capelli corti, pettinato verso la parte posteriore. La texture ondulata rappresenta il classico abito da giacca. La cravatta delineata dai cerchi si pone sopra la camicia qui rappresentata attraverso forme angolate riempite.

Informazioni storiche

Nato il 22 giugno, 1950 a Bucarest, Adrian Nastase è laureato di “St. Sava” National College da Bucarest in 1969, seguita dalla facoltà di giurisprudenza in 1973 e la facoltà di storia-filosofia, il dipartimento di sociologia dell’Università di Bucarest nel 1978 [ Bibliografia 1]. Sotto il regime comunista sposò Ilinca Preoteasa, figlia dell’ex ministro degli esteri, deceduto in un incidente di volo a Mosca nel 1957 [bibliografia 2]. Il rapporto con lei lo avanzò nella cosiddetta “banda ribelle” del comunismo rumeno, frequentato da figli di membri della nomenclatura come Serghei Mizil, Petre Roman, Calin Andrei, così come i figli della famiglia Ceaușescu (Nicu, Valentin e Zoe) [Bibliografia 3]. Prima di 1989, è stato un giurista per l’Istituto di ricerca giudiziaria dell’Accademia rumena (1973-1990), ma anche il rappresentante del regime Ceausescu in “le istituzioni internazionali che hanno gestito i diritti umani”. In una delle sue biografie, pubblicata nel 2004, si è detto che aveva questa funzione “durante un periodo di tempo in cui i diritti umani sono stati sistematicamente violati in Romania” [Bibliografia 4]. Durante l’ultimo anno di dominazione comunista, è stato membro della delegazione comunista rumena al Festival internazionale della gioventù di Pyongyang, Corea del Nord [Bibliografia 5]. Nel 1985, sposò la sua attuale moglie, Dana Nastase, figlia del ministro comunista Angelo Miculescu [Bibliografia 6], con la quale ebbe 2 figli. Ha conseguito un dottorato di ricerca in diritto internazionale presso l’Università di Bucarest (1987); Dopo la caduta del comunismo, ha guadagnato notorietà sia politicamente che professionalmente. Professionalmente, ha ricoperto la carica di professore di diritto internazionale presso la facoltà di giurisprudenza dell’Università di Bucarest, a partire 1990. Ha iniziato la sua carriera politica post-rivoluzione come deputato al Parlamento rumeno per FSN (fronte nazionalsocialista). È stato rieletto consecutivamente per conto di PSD (partito democratico socialista) sotto i vari titoli che il partito ha tenuto durante quel periodo. Le sue funzioni più importanti erano quelle del ministro degli esteri 1990-1992, Presidente della camera dei deputati (1992 e 1996), primo ministro della Romania (2000-2004), Presidente della PSD (2001-2005) [Bibliografia 7]. Il suo grande fallimento politico sta perdendo le elezioni presidenziali nel 2004 contro Traian Basescu nel secondo turno. Dopo questa sconfitta fu sostituito con Mircea Geoana a capo della PSD. A partire 2005 è stato messo sotto indagine del DNA per varie accuse di corruzione. Nel giugno del 2012 fu accusato di 2 anni di carcere per il file noto come Trofeul calitatii (trofeo di qualità). Dopo aver ascoltato questo, ha cercato di prendere la propria vita. Fu rilasciato in liberta ‘ vigilata nel marzo del 2013, solo per essere reincarcerato dopo una nuova condanna nel fascicolo Zambacciano o “concussione e ricatto” [Bibliografia 8]. Un articolo pubblicato sul giornale adevarul nel 2014 sottolinea i meriti di Adrian Nastase durante il suo periodo come primo ministro (l’integrazione della Romania nella NATO, la modifica della costituzione nel 2003, l’abrogazione dell’articolo 200 del codice penale che ha incriminato l’omosessualità), così come gli aspetti negativi del suo tempo in funzione; tra questi, la limitazione della libertà di stampa, compresa l’aggressione fisica di alcuni giornalisti. Secondo questo articolo, durante gli anni in cui è stato chiamato “lui stesso” o “l’Onnipotente”, i giornalisti che erano spesso critici del primo ministro sono stati molestati, aggrediti o battuti per i loro articoli che esprimono opinioni o luce sulla corruzione Azioni. [Bibliografia 9]. Attualmente, Adrian Nastase si ritirò dalla politica, rinunciando al suo sogno di diventare presidente. Dirige la Fondazione europea Titulescu, fondata nel 1991 sotto la tutela dell’Accademia rumena. [Bibliografia 10].

Bibliografia

  1. Adrian Năstase, disponibile online su http://www.ziare.com/Adrian-Nastase/Biografie # studii [iulie 2018].
  2. Ciprian Plăiașu, Moartea lui Grigore Preoteasa, disponibile online all’//www.Historia.ro/sectiune/portret/articol/Moartea-lui-Grigore-preoteasa [agosto 2018].
  3. Adevarata biografie a lui Adrian Nastase, disponibile online all’https://www.HotNews.ro/stiri-arhiva-1263307-adevarata-Biografie-lui-Adrian-Nastase.htm [August 2018].

4-5. Grupul de Investigații politice, Adrian Năstase – 20 de ani de Communism, disponibile online su http://www.grupul.ro/adrian-nastase-20-de-ani-de-comunism-1969-1989/

  1. Adevarata biografie a lui Adrian Nastase, disponibile online all’https://www.HotNews.ro/stiri-arhiva-1263307-adevarata-Biografie-lui-Adrian-Nastase.htm [August 2018].

7-8. Adrian Năstase, disponibile online su http://www.ziare.com/adrian-nastase/biografie#Studii [iulie 2018].

  1. Înapoi în timp. Cum arăta România în vremea “Atotputernicului” Adrian Năstase, disponibile on-line all’https:/aadevarul.ro/News/eveniment/Adrian-Nastase-1_52cabfa7c7b855ff56413af9/index.html [agosto 2018].
  2. Fundația Europeană Titulescu. Scurt Istoric, disponibile online all’https://Titulescu.eu/Fundatia-Europeana-Nicolae-Titulescu/scurt-istoric/[agosto 2018].

Scarica immagine:

http://imaginitactile.ro/images/3/34/Adrian_N%C4%83stase.png